Perù: Sensibilità nei confronti dei malati

Da 25 anni don Umberto Bolis vive in Perù, nella zona montuosa del vicariato apostolico di Puerto Maldonado dove si occupa con passione di anziani ammalati.

Umberto Bolis Perù Operazione Mato Grosso
Da 25 anni don Umberto Bolis vive in Perù, nella zona montuosa del vicariato apostolico di Puerto Maldonado visitato in gennaio da papa Francesco che, da qui, ha avviato i lavori preparatori del Sinodo panamazzonico previsto per ottobre del 2019.

Giunto nel Paese nel 1993 con i volontari della Operazione Mato Grosso don Bolis, che oggi ha 72 anni, si era insediato da principio nella valle di Vilcabamba, una delle aree definite dal governo “di estrema povertà” e ultima sede dell’Impero incaico dopo la Conquista spagnola.
Fin dall’inizio ha coniugato l’evangelizzazione con la promozione umana creando non solo l’oratorio, ma anche la scuola di falegnameria, quella di tessitura (poi trasformatasi in centro di formazione al mosaico), la fabbrica di tegole e mattoni e la stalla per produzione di formaggi, al fine di offrire ai giovani opportunità di lavoro.


anziano campesino
Operazione Mato Grosso aiuta gli anziani ammalati di Cusco

Oggi tutte queste attività sono svolte da persone del luogo affiancate da volontari italiani, e si sono diffuse anche altre zone nel sud del Perù, tra le più povere del Paese: Totora e Mamara.
Svolgendo il suo servizio pastorale il missionario è entrato nelle case della gente e ha scoperto, tra le altre difficoltà, le grandi carenze di assistenza sanitaria di cui soffrivano le persone e l’abbandono in cui vivevano, soprattutto, gli anziani. Per farvi fronte don Umberto ha comprato una casa a Cusco e l’ha trasformata in un piccolo ospedale destinato a malati poveri. Chi è affetto da tumori in fase terminale, da gravi invalidità, da disturbi psichiatrici; bambini emofiliaci e pazienti in degenza post-operatoria sono i suoi ospiti.



Padre Umberto Bolis ha portato a Cuore Amico la sua contagiosa energia.


In Perù a Cusco la casa di Operazione Mato Grosso
La casa di Cusco che Operazione Mato Grosso vuole ampliare per ospitare anziani ammalati cronici

Se non ci fosse questa casa di accoglienza i pazienti non potrebbero essere curati altrove, perché le piccole strutture ospedaliere della zona non si occupano di malattie di questo tipo. L’alternativa sarebbe quindi morire in solitudine nelle capanne nella Sierra.
La sua particolare sensibilità nei confronti degli ammalati gli deriva dall'essere lui stesso un malato: soffre infatti del morbo di Parkinson e, come per tante piccole attività quotidiane chiede l’aiuto degli altri (a volte anche di sconosciuti lungo le strade di Cusco), così affida dalle pagine di Cuore Amico se stesso e i suoi ospiti alla Provvidenza.
Per accogliere un maggior numero di ammalati e avere ambienti caldi in casa è necessario ampliare i posti letto disponibili, costruendo altre stanze e acquistando delle stufette. Porgiamo il braccio a questi malati, non lasciamoli al freddo.


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 104093 | Aggiornato il 1 novembre 2018  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Perù

[Idp 105335 del 22 dicembre 2021]

Scuola di formazione Incidere nella pietra il proprio futuro
Ai ragazzi di Totora sulle Ande peruviane servono attrezzi per l’intaglio artistico. Aiutiamo la cooperativa di don Andrea Dentelli.
Progetto: 105335 Progetto: 105335 Link
Perù

[Idp 105260 del 22 novembre 2021]

Ragazzi poveri in Perù Una cucina solidale per i poveri
A Lima, i Padri Oblati di San Giuseppe Lavoratore intendono estendere la loro opera di sostegno alimentare in favore dei più poveri e deboli.
Progetto: 105260 Progetto: 105260 Link
Perù

[Idp 105184 del 23 settembre 2021]

missionaria in Perù Gli anziani, non lasciamoli soli
Dalla missione di Cusco, suor Enrica Bordignon chiede un aiuto per sostenere l'impegno a visitare le persone anziane, sole e abbandonate.
Progetto: 105184 Progetto: 105184

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed