14 novembre: I poveri li avete sempre con voi

I poveri sono persone da incontrare, accogliere, amare. Il 14 novembre è la loro Giornata Mondiale istituita da Papa Francesco nel 2017 dopo il Giubileo della Misericordia.

Mensa per i poveri
La povertà non è un'entità astratta, ma ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro.

«I poveri li avete sempre con voi» (Mc 14,7) Così si esprime Gesù, rispondendo alle critiche di discepoli e commensali, quando una donna spreca del profumo per lui.
Chi era però Gesù? Certamente non un ricco o un possidente, tutt’altro: la sua vita ha avuto come orientamento un passo profetico che lo ha ispirato a portare la buona notizia ai poveri (Is 61,1). E al suo seguito tanti uomini e donne hanno cercato di stare nella via di Dio, preoccupandosi dei poveri (cf. Gal 2,10).
Si rischia spesso di parlare – come fece Giuda rimproverando Gesù – dei poveri, ma con lo stesso atteggiamento di quel ricco che ogni giorno banchettava e non vedeva il povero Lazzaro che stava alla sua porta (Lc 16,20). Solo dopo la sua morte, il ricco vide finalmente Lazzaro, ma la loro sorte era ormai capovolta.




cucina solidale per i poveri
Perù.
A Lima, i Padri Oblati di San Giuseppe Lavoratore intendono estendere la loro opera di sostegno alimentare in favore dei più poveri e deboli.
Accoglienza migranti
Messico.
Le suore missionarie Comboniane vogliono continuare l'opera di sostegno ai migranti che transitano verso gli Stati Uniti.
Contro il freddo
Georgia.
In Georgia a Tblisi, un dormitorio per senza tetto e poveri della città ha bisogno del nostro aiuto per continuare a funzionare. Non lasciamoli soli!




In fila per un po' di pane

Con questo spirito la chiesa celebra in novembre la giornata dei poveri, perché, come richiama papa Francesco:
«Tutta l'opera di Gesù afferma che la povertà non è frutto di fatalità, ma segno concreto della sua presenza in mezzo a noi. Non lo troviamo quando e dove vogliamo, ma lo riconosciamo nella vita dei poveri, nella loro sofferenza e indigenza, nelle condizioni a volte disumane in cui sono costretti a vivere».
Riconoscendo Gesù nei poveri, il cristiano si mette in gioco: il missionario parte per Paesi lontani, ma i mezzi di informazione ci consentono oggi di conoscere le tante situazioni di bisogno e di riconoscere in essi il nostro prossimo, che interpella la nostra solidarietà per un mondo più fraterno.


Esorta Papa Francesco - «Siamo dunque chiamati a tendere loro la mano, a incontrarli, guardarli negli occhi, abbracciarli, per far sentire loro il calore dell'amore che spezza il cerchio della solitudine».




Aggiornato il 27 ottobre 2021  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed